SENTIERO 570 Sassovivo – Pettino



Distanza: 21,65 km
Dislivello salita: 1075 m
Dislivello discesa: 580 m
Tempo: 7-7,30 ore circa
Difficoltà: E



Per raggiungere l’inizio dell’itinerario, si parte dall’Abbazia di Santa Croce in Sassovivo e si percorre un tratto del Sentiero degli Ulivi (1300 metri). In direzione Casale, superata la Cripta del Beato Alano, in corrispondenza della prima curva, si svolta a sinistra (carrareccia in salita). Trascurando il primo bivio a sinistra e il secondo a destra, a quota 720 m circa, si svolta a destra sulla vecchia strada per Casale; percorsi 700 m circa, s’incontra un bivio a destra che riporta al Sentiero degli Ulivi. Scendendo 30 metri, sulla destra si trova una vecchia fornace che, un tempo, era utilizzata per cuocere la pietra e ottenere la calce (33 T 317781 4759056 - quota m 718 s.l.m.). Ritornati sulla vecchia strada, si prosegue in salita nella stessa direzione aggirando il monte Serrone in senso antiorario. Dopo 3 km si giunge nei pressi di Casale, si attraversa la strada e ci si sposta sulla destra per imboccare la carrareccia in salita, a sinistra. Percorrendo il versante orientale del monte Aguzzo si arriva alla pineta, si attraversa e, all’incrocio con il sentiero 573( 33 T 320370 4757082 - quota 986 m tempo 2 ore), si scende sulla sinistra seguendo la recinzione della cava di pietra dismessa per arrivare all’incrocio con la strada Cancelli - Scopoli. Si prosegue per Civitella - Vallupo costeggiando la Maestà di Cancelli, eretta in memoria dei caduti del Secondo conflitto mondiale. Giunti a Vallupo (tempo 30 minuti) si oltrepassa la fonte e si svolta sulla prima strada a sinistra in salita; dopo 200 m circa, si devia verso destra per proseguire lungo il fosso che conduce a Pian di Spina (tempo 30 minuti). Sul pianoro, a destra del fosso, si abbandona la carrozzabile che scende a Ponze e si segue il sentiero che sale sui prati e taglia a mezza costa il versante occidentale di monte Rozzo. Giunti nei pressi di una cisterna di metallo (33 T 321443 4753568 - quota m 1.202 s.l.m. tempo 30 minuti), si taglia il crinale e si prosegue sulla carrareccia a destra del  versante orientale del monte Lagarella. Arrivati nei pressi di casale Meloni, si lascia la carrozzabile ben evidente e si prosegue intorno a Cima Monte mantenedosi sul versante occidentale. Passando avanti a un’area pic-nic si raggiunge un’edicola sacra, si attraversa la strada Trevi – Riosecco, per salire al monte Brunette (33 T 320729 4750561 - quota m 1.428 s.l.m. tempo 2 ore) dal versante Nord. Si costeggia la recinzione fino alle antenne poste sulla cima del monte Serano (33 T 320271 4748292 – quota m 1.429 s.l.m. tempo 1 ora) e seguendo il crinale, si scende fino a sella Sant’Angelo (m 1.290 s.l.m.). Proseguendo a sinistra si raggiunge prima la strada provinciale 458/1 poi il paese di Pettino (tempo 50 minuti) .